Come ci sosteniamo

ascolta le persone e le famiglie che versano in condizioni di indebitamento e che sono a rischio di usura o sotto usura, approfondendo le loro reali condizioni e le relative prospettive di soluzione;

richiede la documentazione che comprova tale stato e, volendolo risolvere, promuove la partecipazione della comunità familiare ed ecclesiale:
- in fase di istruttoria, per collaborare ad una valutazione, la più possibile obiettiva;
- in fase di erogazione del prestito e di rientro, per sviluppare un impegno di sostegno e vigilanza;

fornisce consulenza legale e finanziaria ed ogni forma di mediazione finalizzata a realizzare la soluzione;

rilascia le garanzie necessarie per accedere a crediti bancari, con i quali realizzare la ripresa delle persone, delle famiglie e delle aziende e in alcune circostanze realizza operazioni di “microcredito”.

svolge un’azione preventiva, di carattere educativo ed informativo, diffondendo una cultura ispirata ai valori della solidarietà e della sobrietà. Propone stili di vita – personali, familiari e comunitari – ispirati all’uso responsabile del denaro;

promuove la cultura della legalità e la conoscenza delle leggi sull’usura e sul racket;

opera nel territorio di competenza (diocesi di San Benedetto del Tronto e regione MARCHE – FUORI DELLA DIOCESI di San Benedetto del Tronto opera tramite le CARITAS DIOCESANE)

l’esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale al fine di dare assistenza, legale, amministrativa e morale, alle famiglie e/o persone a rischio di usura o vittima dell’usura che versano in stato di bisogno, per rendere operante nell’ambito della collettività locale l’amore per il prossimo e – ai sensi dell’art. 15 della legge 7 marzo 1996, numero 108 – prevenire e scongiurare il ricorso all’usura